Castello di Fosdinovo

Giardino Contemporaneo

Sviluppando l’idea del “giardino in movimento” di Gilles Clement, il seminario propone una serie d’incontri che abbiano ad oggetto il dialogo fra giardino storico (medievale) e giardino contemporaneo all’interno di un edificio storico vincolato, analizzando nello specifico i giardini pensili del castello e le relative specie botaniche inserite nel corso dei secoli e quelle nate in maniera spontanea.

IL LUOGO
Il Museo Castello Malaspina di Fosdinovo (Massa – Carrara) – Centro culturale sperimentale
di ricerca nel linguaggio contemporaneo, è una struttura nella quale, accanto al percorso
museale classico, trova sede una residenza per scrittori e per artisti visivi e un centro di
produzione e di ricerca. Le due realtà qui presenti, quella storica e quella contemporanea, si
ricercano continuamente comunicandosi stimoli reciproci. Da questo dialogo inevitabile (è
possibile escludere il contemporaneo in un edificio che, sebbene storico, è nel presente?)
scaturiscono interessanti spunti di suggestione, di provocazione, di confronto, di scontro.
Ed è proprio partendo da questa analisi empirica che si vorrebbe sviluppare un argomento
che più di altri fa emergere l’importanza di un confronto dialettico fra contemporaneo e
classico (antico): il giardino contemporaneo nei luoghi storici.

IL SEMINARIO
Durante il seminario presso il Castello di Fosdinovo, saranno proposti agli studenti una serie
d’incontri aventi ad oggetto il dialogo fra giardino storico e giardino contemporaneo
all’interno di un edificio storico vincolato. Nello specifico, si vorrà porre attenzione sui
seguenti temi:
• il giardino fra tradizione e innovazione: elemento decorativo, concettuale, spontaneo,
funzionale, simbolico allegorico, artistico.
• problematiche di conservazione e restauro di giardini in edifici storici;
• i giardini spontanei in edifici storici;
• arte ambientale, installazioni e progettazioni in giardini di edifici storici;
• i giardini verticali.
La modalità di svolgimento del seminario terrà conto in egual maniera della parte teorica
(inquadramento, analisi, studio, ricerca) e quella pratica (proposta, progettazione,
applicazione). In ultima analisi verrà affrontata insieme agli studenti il caso di studio: il
castello nelle sue manifestazioni botaniche (i giardini verticali spontanei ed i giardini
pensili). Si richiede agli studenti iscritti al seminario un ruolo attivo/partecipativo tale che
possano dimostrarsi per i docenti uno stimolo per le varie questioni sottoposte loro. All’esito
del seminario gli studenti saranno chiamati a redigere una proposta d’intervento concreta.

PROGRAMMA
Giorno I. Incontro/scontro fra differenti punti di vista (tradizionali/innovativi) sui giardini
contemporanei in luoghi storici. Interventi di architetti, botanici, soprintendenti, storici, artisti
ambientali selezionati di comune accordo con la NABA.
Giorno II. Relazioni di tre botanici sulle specie: spontanee (botanico di riferimento);
tradizionali (storico dei giardini); innovative (paesaggisti contemporanei).
Giorno III. Caso specifico di studio: il giardino verticale nelle mura del castello. Spontaneità
e ricerca, problemi di conservazione, estetica/utilità. Caso specifico di studio e applicazione:
giardino pensile del castello: studio (botanico); proposta (artista); realizzazione (architetto
paesaggista).

  • CASTELLO MALASPINA DI FOSDINOVO
    Via Papiriana, 2
    54035 Massa-Carrara
    Carrara
    Italia

    +39 0187 68 00 13
    +39 0187 68 891
    +39 339 88 94 423
    +39 055 26 4288

    info@castellodifosdinovo.it